comunicare cultura

Questa notte mi sono svegliato con un incubo su crediti e moduli: il problema era come salvare la nostra piccola tradizione culturale dell’insegnamento della filosofia all’università di Genova. E’ vita questa? Avrei dovuto almeno sognare qualcosa su quello chedirò alla prossima conferenza o quello su cui sto studiando. Niente: sogno crediti e moduli, il che vuol dire che il mio cervello si sta rovinando. I miei neuroni rispecchiano sempre più i neuroni di una burocrazia impazzita. Quasi impossibile salvare la cultura con quella che si prospetta la nuova “normativa”. La cultura italiana è in mano a un gruppo di progettisti il cui scopo è costituire metodi per tagliare risorse ai fondi per l’Università.

Riflessione per non sprecare questo incubo: la cosiddetta “cultura” non è solo “informazione”, ma qualcosa che si può comunicare solo direttamente (direbbe Platone che una cosa è scrivere e leggere – sempre importanti – è tutta un’altra cosa è parlarsi). Certo ci si può parlare in tanti modi ed è usuale ormai (anche se non ancora tanto) mandare lezioni o frammenti di lezioni sugli I-phone. Ma chi manda e cosa manda è rilevante (non è vero che il mezzo è il messaggio).

Ritorna il burocratese (incubo a occhi aperti): ma allora l’unica strada sarà dire agli studenti: noi vi proponiamo un pessimo e complicatissimo e inutile piano di studi; voi non seguitelo, ma fare quello che volte purché coerente con i “minimi di legge”. Tanto lavoro in più per il presidente del corso di laurea (che fortunatamente non sarà più io). Non è una bella soluzione, ma forse non c’è davvero alternativa. Tempi migliori arriveranno tra molti anni, quando sarà abolito il valore legale del titolo di studi, prospettato anni fa (da Berlinguer mi pare, ma non c’è riuscito).

Basta; farò uno sforzo per non pensare a crediti e moduli e cercherò di attivare i neuroni del pensiero – atrofizzati e irrigiditi su questo orribile script – su materie più nobili, come l’eredità della filosofia analitica oggi. [CP]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...