livelli di implicito nelle “barzellette”

Molti si sono scandalizzati e hanno commentato nell’ascoltare la “barzelletta” del presidente del Consiglio su Rosy Bindi con l’accostamento “orchidea/orcodio!”.   Facile dire cosa è implicito e cosa esplicito qui! Esplicito: accostamento lessicale scoordinato. Implicito: disprezzo del genere femminile e buffo maschilismo da caserma.
Passando dall’analisi del linguaggio all’analisi sociologica:  il token di barzelletta riportato appartiene al tipo di  battute della scuola  media inferiore, quando ragazzi e ragazze imparano  che superficiali somiglianze fonetiche di parole nascondono  funzioni imprevedibilmente del tutto differenti (un nome e una imprecazione). Ovvio che a scuola, si sa, si sente di tutto, anche le cose più sceme. Quindi  il significato “sociologico” implicito dell’evento di cui si parla forse è: “torniamo a scuola!”.
E’  un suggerimento per i parlamentari che stanno ancora ridendo (la barzelletta circolava in parlamento da mesi); una volta terminata la scuola media, andranno al liceo e poi faranno una riforma dell’università. Tempo 8 anni. Di una buona riforma dell’Università c’è infatti bisogno, e non di una riforma che assomigli a una barzelletta. Per quelle ci sono gli specialisti nel raccontarle e siti che ne raccolgono centinaia anche a voce, e del livello tipico di cui si parla. Una buona battuta (e sono rare) è una buona battuta se detta al posto giusto, nel momento giusto, con le persone giuste e nel modo giusto. Non basta il modo giusto se il posto è sbagliato, le persone sbagliate e il momento sbagliato.
NB: Il codice della vita italiana (1921) di  Prezzolini inizia con i seguenti articoli:
“1. I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi.
2. Non c’è una definizione di fesso. Però: se uno paga il biglietto intero in ferrovia; non entra gratis a teatro; non ha un commendatore zio, amico della moglie e potente sulla magistratura, nella pubblica istruzione ecc.; non è massone o gesuita; dichiara all’agente delle imposte il suo vero reddito; mantiene la parola data anche a costo di perderci eccetera: questi è un fesso” (da un breve saggio [.doc] di A. Massarenti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...