merito

MERITO =def.   “diritto alla lode e alla stima acquisito con il proprio comportamento”

OK; ma se la lode e la stima vengono da persone il cui livello di intelligenza delle cose umane è tale da valutare solo l’interesse, l’amicizia e la fiducia? Avrà merito che ti potrà aiutare a fare i tuoi interessi, perché il suo comportamento di leccapiedi (specie se non te ne rendi conto) gli  porterà diritto alla lode e alla stima. Un po’ di cinismo, suvvia!

In un bellissimo ventirighe Galletta ricorda le verità di questo paese: “Il delitto perfetto della criminalità grande, piccola e media si compie nel momento in cui la venefica rassegnazione del “così fan tutti” prevale.Quando arretra il desiderio di lottare, la capacità di non stare al gioco, anche quando la resistenza sembra disperata. La logica devastante dell’intrallazzo, il cinismo del faccendiere che. troppo spesso, diventa il modello vincente dell’uomo d’affari, con i suoi miserabili gadget tecnologici e umani, sembrano prevalere appestando la convivenza civile.”

All’università stiamo assistendo al delitto perfetto. Si usa la parola “merito”, si creano stupende macchine burocratiche, concorsi aperti e limpidi in modo ineccepibile, ma… guarda caso l’Università si riempie di persone incompetenti a tutti i livelli (amministrativo e docente) e i migliori vanno a trovare lavoro all’estero. Le eccezioni pare confermino la regola. Ci ringrazia la Francia che ha almeno il 2% di ricercatori italiani al CNRS. Quanti ricercatori francesi si trovano al CNR italiano?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...