Moriremo di burocrazia? lettera al ministro

Come far un titolo che ha un mare di presupposizioni e implicature e un po’ di ironia e un’iperbole; probabilmente non moriremo di burocrazia, ma poco ci manca (io da parte mia ho avuto due piccoli ictus per aver frequentato troppo la burocrazia). Grande esempio di pezzo letterario, ma anche politico, non posso non metterlo a esempio di buona letteratura pubblicistica …. e chissà che un ministro non riesca a trovare il tempo di leggere come risparmiare soldi e energie con un po’ di semplificazione burocratica. Da anni l’Università è invasa da nuove procedure burocratiche che prendono del tutto inutilmente gran parte del tempo di docenti e amministrativi, con scopi non chiari (sconfiggere la mafia? far emergere i fannulloni?). Sembra quasi un programma da guardie rosse per far lavorare  nei campi della burocrazia più gente possibile. Insomma, ecco il pezzo cliccando qui: il sussidiario.net.

Nel pezzo l’autore mostra come si otterrebbe grande risparmio (sia finanziario, sia umano – sì l’Università è fatta da umani che stanno diventando appendice di programmi mal fatti e mal pensati da altri umani) dall’eliminare alcune procedure effettivamente ridondanti e alcuni criteri quantomeno dubbi sulla gestione dell’Università dove un piccolo corso di laurea di una decina o ventina di persona viene organizzato come una multinazionale. Per pagare spese per un centinaio di euro si produce una macchina burocratica che fa impallidire i grandi appalti. E gli amministrativi creano carte su carte, timbri su timbri, certificazioni su certificazioni affinché la corte dei conti verifichi la “correttezza della procedura”. In pratica l’immobilismo. E a livello didattico andiamo ancora peggio, con la moltiplicazione delle certificazioni di ogni genere su ogni dettaglio immaginabile da un oscuro burocrate su ogni possibile cavillo; chi lavora a un corso di laurea deve abbandonare ogni intelligenza e ogni ricerca e dedicarsi anima e corpo a seguire le contorsioni mentali dei burocrati ministeriali. Non riesco a dirla bene come l’autore del post sul sussidiario, ma riporto almeno un pezzo del suo stile, e qui mi fermo:

salmeri4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

link per chi volesse proseguire nella lettura.

Burocrazia italiana + Europea = Morte. Provate a andare su un sito di Unviersità US: gli studenti capiscono cosa c’è; nessuno studente segue i criteri burocratici o i siti del ministero per capire cosa deve studiare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...